Catania: la Guardia di Finanza individua una sala di masterizzazione e sequestra 6.000 pezzi tra CD/DVD illecitamente riprodotti

Nell’ambito di servizi volti alla repressione delle violazioni in materia del diritto d’autore e del piu’ ampio servizio interforze in corso in questi giorni su tutto il territorio catanese, i Baschi Verdi del Gruppo della Guardia di Finanza di Catania, a seguito di specifiche indagini per l’individuazione di soggetti dediti alla riproduzione illecita di supporti magnetici su larga scala, hanno individuato una sala di masterizzazione allestita da un soggetto extracomunitario che e’ stato tratto in arresto.
Sequestrato un ingente quantitativo di DVD e CD masterizzati, strumentazione informatica professionale utilizzata per riprodurre illecitamente i piu’ recenti films, album musicali e giochi per tutti i tipi di consolle informatiche.
La masterizzazione, finalizzata alla successiva vendita per le strade del capoluogo etneo dei supporti audiovisivi, avveniva in un’abitazione del centro città  per mezzo di sofisticata strumentazione che permetteva l’illecita riproduzione di migliaia di supporti alla settimana, nonche’ la fedele riproduzione delle copertine tramite stampanti laser ad alta risoluzione.
All’interno dell’abitazione sottoposta a perquisizione sono stati rinvenuti anche 500 supporti originali, i cosiddetti “master”, utilizzati per la illecita riproduzione.
Tra questi, e si tratta di una novità , anche i video-CD musicali di famosi cantautori e DVD di films ancora in programmazione nelle sale cinematografiche.
L’operazione compiuta, con successo dai militari del Nucleo Operativo Pronto Impiego di Catania, ha permesso di sottoporre a sequestro, tra l’altro, 10 PC portatili; 35 tra lettori e masterizzatori CD/DVD collocati su diversi “case”; 5 stampanti laser ad alta risoluzione; 3 scanner ad alta definizione; 6000 tra DVD/CD/Giochi per consolle; 4000 copertine per CD/DVD a colori; 1500 DVD/CD vergini; 2000 custodie per CD/DVD.
E’ stato arrestato, e trasferito nel carcere di Piazza Lanza, l’extracomunitario di origini senegalesi responsabile delle violazioni sulla normativa a protezione dei diritti d’autore.
L’operazione condotta rientra negli obiettivi a contrasto delle violazioni finanziarie ed economiche che vedono impegnati costantemente i militari delle Fiamme Gialle proprio a contrasto di una delle attività  alla base del successivo finanziamento di altre e piu’ pericolose attività  criminali.

Condividi

Autore