Convegno SOS Musica e Spettacolo: Note Legali a Livorno per focalizzare le problematiche del settore.

Si terrà sabato 30 gennaio alle ore 15 presso “La Goldonetta – Teatro Goldoni” di Livorno, l’annuale convegno organizzato da FIOFA (Federazione Italiana Organizzatori Festival d’Autore) per la tutela, il sostegno e la promozione del settore artistico e produttivo.

L’evento, creato in collaborazione con Amici della Musica, Spazio d’Autore, 4Arts e con il patrocinio di SIAE, Teatro Goldoni e Cassa di Risparmio di Livorno, si intitola “SOS Musica e Spettacolo“, e si propone di mettere a fuoco le problematiche del settore, accentuate dalla particolare crisi in cui versa da qualche tempo.

Un momento di riflessione e confronto tra artisti, organizzatori di eventi, produttori, discografici, manager, editori, autori, giornalisti, associazioni di categoria, istituzioni e politica, per studiare quali strade seguire e quali soluzioni trovare, alla ricerca di alternative per dare nuovo impulso ad arte, produzione e nuove generazioni.

Interverranno al convegno il presidente di AFI (Associazione Fonografici Italiani) Leopoldo Lombardi, il Direttore del settore eventi della SIAE Filippo Gasparro, il presidente di DISMA MUSIC Claudio Formisano, Roberto Pietrangeli (coordinamento nazionale Amici della Musica), Carlo Testini (direzione nazionale Arci), Giordano Sangiorgi (presidente Audiocoop e patron del Mei), il nostro presidente Andrea Marco Ricci, nonché l’artista Flavio Oreglio, Marco Bertini (presidente Fondazione Goldoni) e Giovanni Lippi (neo presidente di Agis Toscana). Inoltre sono attesi molti artisti, sostenitori della federazione, tra i quali Franz Di Cioccio, Vittorio Nocenzi, Gianni Dall’Aglio, Beppe Carletti, e Andrea Mingardi.

Molteplici gli argomenti trattati: innanzitutto la nuova legge sulla musica, attesa da oltre 45 anni, ed in particolare alcune attuali proposte di legge – la 1550 e la 1647 – i cui promotori On. Ceccaci Rubino e On. Barbieri della Commissione Cultura della Camera dei Deputati sono attesi al convegno; il problema di IMAIE, ente commissariato con in cassa oltre 100 milioni di euro da distribuire ad artisti interpreti esecutori ed aventi diritto; i diritti connessi derivanti, per esempio, dalle società telefoniche per lo sfruttamento delle produzioni e degli artisti; la visibilità ed il sostegno a festival ed eventi che promuovono la nuova creatività, la canzone popolare e la loro istituzionalità, e molto altro ancora.

La Fiofa presenterà per l’occasione “Il fronte dello spettacolo”, un gruppo di azione con tutte le componenti del settore per stimolare e interloquire con le istituzioni ed il governo. Grazie alla presenza di Amnesty International, rappresentata da Patrizia Vita, verrà inoltre illustrato il progetto “La musica e lo spettacolo come messaggio sociale”, che vede impegnati eventi, festival e iniziative della Fiofa a sostegno della campagna di Amnesty “IO PRETENDO DIGNITA’”.

Durante l’incontro sono previsti momenti di spettacolo da parte degli artisti presenti, e la proiezione di video inerenti i progetti presentati. Per informazioni tel. 348.5544211/348.0062330, e-mail info@fiofa.net .

Condividi

Autore