Copyright, prima multa per Baidu

Inedita sentenza in Cina, su un terreno che aveva finora visto naufragare i tentativi delle major e dei titolari di diritti: dopo due anni di estenuanti battaglie legali un primo piccolo passo sembra sia stato fatto con Baidu, il principale motore di ricerca in lingua cinese, multato di 60mila yuan (poco più di 7mila Euro) per aver violato la legge sul copyright. Il ricorso contro il motore di ricerca, per aver permesso il download illegale di 50 brani coperti da diritti, era stato presentato dalla Music Copyright Society of China, in rappresentanza di 14 autori.

Fonte: Musica e Dischi

Condividi

Autore