Emilia Romagna, accordo Agenzia delle Entrate-Siae

Una strategia congiunta per il recupero dell’evasione fiscale e contributiva nel settore dello spettacolo, dell’intrattenimento e delle manifestazioni sportive dilettantistiche. È questo l’obiettivo del Protocollo d’intesa tra Agenzia delle Entrate e SIAE Emilia-Romagna, siglato nei giorni scorsi a Bologna. L’accordo, che segue quello nazionale del 15 dicembre 2009, prevede specifiche attività di controllo sulle associazioni sportive dilettantistiche, controlli mirati nei confronti dei soggetti che organizzano eventi di spettacolo e intrattenimento, monitoraggi degli enti non commerciali.

Lo strumento-cardine della collaborazione è lo scambio sistematico di informazioni tra i due enti, che confluiranno in una banca dati comune: la SIAE segnalerà alle strutture dell’amministrazione finanziaria un elenco dettagliato degli spettacoli programmati in Emilia-Romagna e degli eventi, anche privati, organizzati presso locali pubblici; giro di vite anche sugli enti non commerciali e sulle associazioni sportive dilettantistiche che manifestano comportamenti sospetti. L’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione, su richiesta della SIAE, tutte le informazioni anagrafiche e reddituali relative ai soggetti controllati.

Il protocollo è già stato avviato in via sperimentale a Modena e a Forlì, dove le Direzioni Provinciali dell’Agenzia delle Entrate e le Filiali SIAE dei capoluoghi hanno svolto una serie di controlli su enti non commerciali.

La collaborazione con la Società Italiana Autori ed Editori – dichiara il Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate Emilia Romagna, Antonino Gentile – rappresenta un ulteriore tassello della rete istituzionale che l’Agenzia delle Entrate ha costruito per contrastare l’evasione e promuovere la fedeltà fiscale”.

Il protocollo formalizzato oggi – afferma il Direttore della Sede SIAE di Bologna, Salvatore Cannella – rafforza una collaborazione già consolidata tra gli Enti. La collaudata sinergia tra la Sede Regionale della SIAE dell’Emilia Romagna e la Direzione Regionale della Agenzia delle Entrate ha già prodotto efficaci risultati, sia in termini di prevenzione, che di controllo della correttezza dei comportamenti di soggetti che operano nel settore dello spettacolo. Il protocollo renderà più efficiente e strutturata l’attività degli enti nella regolarizzazione di importanti settori come lo spettacolo e l’associazionismo, anche attraverso la condivisione di informazioni e modelli operativi“.

Fonte: SIAE

Condividi

Autore