FAQ

LA TUTELA DELL’OPERA MUSICALE: COME PROTEGGERLA?

Perché ho bisogno di "proteggere" una mia composizione?

Se vuoi dare diffusione in pubblico alla tua musica ed avere un ritorno economico dalla tua creatività, devi cercare di evitare che qualcun altro si dichiari come l’autore della tua intera opera (plagio-usurpazione) o che ne copi anche solo una parte per crearne un’altra senza il tuo consenso (plagio-contraffazione).
Quando qualcuno si spaccia illegittimamente per autore della tua opera, o ne copia una parte per crearne un’altra senza menzionarti e senza il tuo consenso, ti fa di fatto “concorrenza”, portandoti via parte del guadagno (provento di diritto d’autore) che ti spetta legittimamente!!! Inoltre, aspetto altrettanto rilevante, viola il tuo diritto morale di paternità, ovvero il tuo diritto di essere riconosciuto da tutti come l’autore (il papà) dell’opera.

Come posso "tutelare" la mia creazione dal plagio altrui?

Elemento fondamentale per poter tutelare la tua opera, è attribuire ad essa una data certa e certificare la tua paternità come autore a partire da quel momento. In sede processuale, in diversi casi è sufficiente dimostrare di essere stati cronologicamente i primi a creare l’opera.

In che modo assumo la qualifica di "autore" di un’opera musicale?

Assumo la qualifica di autore automaticamente all’atto della creazione della mia opera in quanto questa è espressione del mio lavoro intellettuale e non è la copia di un’altra opera.
Non occorre seguire alcuna formalità amministrativa per ottenere il riconoscimento del diritto d’autore su un’opera.
Questo significa che è sufficiente creare l’opera e darne una prima esternazione nel mondo reale, per essere riconosciuti dalla legge come l’autore (il padre) di un’opera.
Da tale momento l’autore gode di tutti i diritti morali e patrimoniali attribuitigli dalla legge sul diritto d’autore.
Questo aspetto è rilevante perchè vuol dire che un’opera viene tutelata dalla legge (ovvero la legge riconosce all’autore i diritti d’autore sull’opera) anche se l’opera non viene mai incisa su un supporto (per es: non viene mai registrata su un disco, o trascritta su spartito, ma viene tramandata oralmente) o non viene mai depositata o registrata da alcuna parte (per es: alla SIAE).
Il problema quindi è cercare delle prove per dimostrare di essere gli autori dell’opera, in particolare per contrastare l’eventualità che qualcuno si attribuisca indebitamente tale paternità o copi una parte di essa per farne un’altra opera senza il consenso dell’autore.

TRASCRIZIONI DI OPERE MUSICALI E DEPOSITI IN SIAE: COME SI FANNO?

Quali sono i registri esistenti per tutelare un’opera musicale?

L’unico registro esistente tuttora in Italia al quale è riconosciuto valore di tutela per le opere musicali, è il Registro generale delle opere: esso è tenuto dalla SIAE e riguarda le opere depositate dagli associati SIAE.
Altri due registri sono tenuti dalla SIAE (cd. Registri speciali) ma riguardano le opere cinematografiche ed il software.
Il servizio di Deposito Opere Inedite, sempre curato dalla SIAE, non costituisce un vero registro ma comporta che l’opera, dopo una breve istruttoria, venga sigillata ed archiviata per cinque anni, attribuendole in tal modo una data certa.

Sono obbligato ad iscrivere la mia opera in un registro o a depositarla presso qualcuno?

Il vantaggio della registrazione sta nella semplicità di provare l’esistenza di quell’opera, in un dato tempo, nel corso di un eventuale processo.
Se non sei associato alla SIAE non sei obbligato, ma te lo consigliamo!
Se sei un autore o un compositore di opere musicali associato alla SIAE, invece, sei tenuto a depositare tutte le tue opere “destinate alla pubblicazione” presso la Sezione cui sei iscritto.
In tal modo la SIAE provvede alla negoziazione, alla raccolta ed alla ripartizione dei compensi relativi a tutte le tue opere.

ISCRIVERSI A NOTE LEGALI

Come effettuo il pagamento della quota sociale?

La quota associativa si versa tramite pagamento con bonifico o versamento in conto corrente postale, ovvero carta di credito o paypal (alla fine della procedura guidata online).

Pagamento tramite bonifico bancario:
IBAN: IT40F0316501600000011433298, c/c n.: 11433298, ABI: 03165, CAB: 01600, CIN: F, intestato a NOTE LEGALI, c/o IW BANK S.p.A., causale “Quota Sociale Note Legali di (indicare il tuo nome)”

Pagamento tramite versamento in conto corrente postale:
Conto Corrente Postale n. 84288489 – intestato ad Associazione Note Legali, presso Poste Italiane, causale “Quota Sociale Note Legali di (indicare il tuo nome)”

Per il 2014 le quote associative sono di:
35,00 Euro per musicisti dilettanti e semi-professionisti
75,00 Euro per professionisti (musicisti o altre categorie)
150,00 Euro per le persone giuridiche (società e associazioni).

Attenzione: Ti ricordiamo che se scegli di pagare con bonifico bancario o versamento in conto corrente postale è preferibile che tu ci invii per posta elettronica o fax copia della ricevuta del pagamento effettuato, in modo da non dovere attendere che la nostra banca ci segnali l’effettivo versamento (può richiedere 7-15 gg.).

Attenzione: Se il pagamento è effettuato con la carta di credito o il conto corrente di un’altra persona, è necessario indicare a favore di chi è stato effettuato il pagamento “Quota Sociale Note Legali di (indicare il tuo nome)”. Diversamente non sarà possibile risalire al pagamento.

Trascorso l'anno di iscrizione cosa succede?

Alla fine del periodo associativo è sempre possibile rimanere soci tramite il rinnovo della quota sociale. In ogni caso alcuni giorni prima della scadenza della quota (normalmente da due mesi prima), Note Legali provvede a inoltrare una mail di promemoria all’associato con tutte le istruzioni utili a effettuare il rinnovo della propria quota, che avviene attraverso una semplice procedura nella parte del sito riservata agli associati.

Come ci si iscrive a Note Legali?

L’iscrizione a Note Legali si fa in 5 minuti attraverso la procedura guidata online.

Sono un musicista: in quali casi devo pagare la quota associativa di 35 € (per i dilettanti e semi-professionisti) e in quali casi quella di 75 € (per i professionisti)?

Definire il termine “professionista” nel nostro settore ha quanto meno dell’ardimentoso: per tale ragione il Consiglio Direttivo, nel valutare la domanda di associazione di un musicista, non sindaca la sua professionalità.
“Professionista” è colui che esercita una professione e trae da questa il proprio sostentamento. Se la tua attività musicale ti dà da vivere allora sei un “artista professionista”.
Ognuno quindi valuti il proprio status di professionista al fine del versamento della quota sociale in base a ciò che si sente o alla propria disponibilità economica, tenendo conto del fatto che l’associazione vive solo di quote sociali.

Perché la differenza di quota tra persone fisiche e professionisti?

La differenza di categoria si basa sul presupposto che un “professionista” (musicista o addetto ai lavori) possa permettersi di pagare una quota sociale più elevata di un dilettante, e quindi debba contribuire maggiormente al mantenimento dell’associazione.
I titolari di partita IVA, in particolare, possono tra l’altro inserire il pagamento della quota tra le proprie spese fiscali.
In fondo Note Legali si autofinanzia principalmente con le quote sociali dei propri soci e il contributo di ciascuno, in particolare di chi ha maggiori disponibilità economiche, o si presume le abbia in base all’attività svolta, è fondamentale. 35 euro è una quota sociale molto bassa, volta a favorire anche chi non ha entrate eppure possa godere di una consulenza legale e contrattuale di base.

Siamo una band: dobbiamo iscriverci tutti?

L’associazione a Note Legali è personale e i servizi di Note Legali sono riservati solo a chi si associa. Ne consegue che:

  • per quanto riguarda la consulenza legale e contrattuale essa avrà oggetto la sola attività dell’associato (anche all’interno della band); 
  • per quanto riguarda sconti e convenzioni ne potrà usufruire solo l’associato a titolo personale (es: un abbonamento scontato a suo nome);
  • per quanto riguarda le trascrizioni accetteremo solo i brani esclusivamente composti dall’associato;
  • per quanto concerne il servizio gestione e recupero compensi IMAIE, esso avrà per oggetto la sola attività musicale dell’associato e non quella degli altri componenti della band;
  • per quanto riguarda il diritto di voto: un solo voto a nome dell’associato.

La quota sociale a Note Legali è davvero molto bassa rispetto ai servizi offerti: basti pensare che con soli 35 euro di quota si ha accesso a consulenza legale e contrattuale infinita e a oltre 200 euro in sconti e convenzioni. Per questo, per garantire la sopravvivenza della nostra associazione e il suo sviluppo invitiamo tutti i componendi di una band ad associarsi. In prospettiva, questo garantisce all’associazione di crescere e proporre sempre nuovi servizi di alta qualità e a mantenere basse le quote sociali; diversamente, Note Legali si vedrebbe costretta ad aumentare le quote sociali per continuare a garantire i propri servizi.
Note Legali tuttavia non obbliga le band ad associare tutti i propri componenti, anche se lo consiglia caldamente: in fondo 140 euro all’anno per una band di 4 persone sono ben spese con un guadagno in serenità e tutela del proprio lavoro.
Insomma: più si è, meno si spende, migliori saranno i servizi, a vantaggio di tutti.

Quanto dura l’iscrizione a Note Legali?

L’iscrizione a Note Legali si intende valida per un anno effettivo, conteggiato per comodità dalla prima tra le seguenti due operazioni:

  • dalla compilazione della richiesta di associazione, attraverso il form di iscrizione;
  • dall’avvenuto pagamento della quota sociale.

Chi per esempio si iscrive il 7 giugno sarà associato fino al 6 giugno dell’anno successivo.

A quali servizi posso accedere senza essere iscritto a Note Legali?

Chi non è iscritto a Note Legali può trovare sul sito www.notelegali.it notizie sugli aspetti legali relativi all’attività musicale e diversi articoli tecnici ed aggiornamenti sul settore anche in alcune sezioni non riservate agli associati.
Inoltre, alcuni degli incontri formativi che Note Legali tiene in diverse città italiane, sono gratuiti e aperti anche ai non associati.

LA CONSULENZA LEGALE E CONTRATTUALE

C'è un limite massimo di volte o di tempo per usufruire del servizio di consulenza gratuita?

Alla base del servizio c’è l’idea di garantire all’associato la massima libertà di usufruirne; per questo motivo, all’interno del periodo associativo, non sono posti limiti ne di tempo ne di numero di consulenze.

Abito lontano da Bologna, come posso usufruire della consulenza senza spostarmi da casa?

Molte delle consulenze prestate da Note Legali avvengono per via telefonica; inoltre è possibile utilizzare mezzi informatici quali e-mail o Skype.
Note Legali, poi, è spesso presente anche in altre città dove tiene corsi e seminari: è quindi possibile accordarsi per degli incontri di consulenza anche in quelle occasioni; è sufficiente prendere appuntamento.

Mi è stato sottoposto un contratto, come mi potete aiutare a scegliere se sottoscriverlo o meno?

La consulenza offerta da Note Legali serve anche per interpretare cosa significa quanto scritto in un contratto e cosa questo può comportare in termini reali. Si cerca cioè di dare all’associato tutti gli strumenti per poter effettuare consapevolmente la propria scelta. Note Legali però non si sostituisce, nella scelta, all’associato, il quale deve comunque prendersi la propria responsabilità.

Non ho alcun contratto in essere e nessuna proposta da valutare, a cosa mi può servire la consulenza di Note Legali?

Molta della consulenza prestata da Note Legali ai propri associati è consulenza di tipo generico: serve ad indirizzare l’associato nella comprensione dei meccanismi del Music Business, a capire quali sono le strutture con cui è necessario relazionarsi e come queste funzionino (SIAE, ENPALS, IMAIE…). In sostanza aiuta l’associato ad orientarsi in un settore complesso come quello musicale.

La consulenza legale e contrattuale specializzata di "primo intervento" ai musicisti e' compresa nella quota associativa. Cosa si intende per "primo intervento"? Per la consulenza di "secondo intervento" come si e' organizzata l'Associazione?

L’attività di consulenza di “primo intervento” da noi proposta puo’ dividersi in due diverse attività : la consulenza legale e la consulenza contrattuale. Entrambe sono nate per colmare un vuoto di nozioni evidente: nel primo caso informativo, nel secondo formativo.
Quanto alla prima si tratta di una sorta di “sportello unico”, per rispondere a tutte le domande inerenti all’attività musicale dell’associato relativamente agli aspetti strettamente legali della stessa, per esempio riguardo al diritto d’autore o alla previdenza sociale (Enpals), e va quindi a sommarsi all’attività divulgativa resa attraverso il sito con notizie, articoli di approfondimento, FAQ e alle nostre Guide di prossima pubblicazione.
Quanto alla seconda, il nostro compito e’ di aiutare i nostri associati a comprendere il contenuto dei contratti ad essi proposti, traducendo dal “legalese” le clausole contrattuali in termini comprensibili ed evidenziando gli elementi critici che la proposta contiene. Ci occupiamo di ogni tipo di contratto inerente all’attività musicale. Questo servizio e’ molto utile per assicurarsi che quanto viene proposto all’associato sia quanto concordato con la controparte. L’associato poi farà ovviamente le proprie scelte, ma con maggiore consapevolezza, e, soprattutto tutelando la propria carriera dal “gatto e la volpe” di turno! La realtà infatti e’ che purtroppo molti artisti firmano contratti sulla fiducia, senza controllarne il contenuto, rinunciando cosi’ a possibili guadagni senza neanche saperlo!!!
Oltre all’intervento “d’urgenza”, consigliamo sempre di seguire uno dei nostri corsi, indispensabile per allargare le proprie conoscenze e potere indirizzare con maggiore consapevolezza ed efficacia la propria attività musicale. Mentre l’attività di consulenza legale e contrattuale e’ di fatto la medicina che puo’ essere sufficiente per un momento, l’attività formativa rappresenta la prevenzione.
Se poi l’associato ha bisogno di uno specialista che si occupi di seguire passo a passo la sua attività musicale da un punto di vista legale o giudiziario, che rediga un contratto, che segua una negoziazione, che curi la sua contabilità o la parte economico-fiscale della sua attività , cerchiamo di indirizzarlo verso professionisti esperti in materia musicale e geograficamente vicini all’associato, con i quali si regolerà autonomamente. La consulenza “di primo intervento” e’ molto importante anche per fare comprendere che professionisti come avvocati, consulenti legali e commercialisti sono compagni di viaggio indispensabili per chiunque voglia svolgere professionalmente qualunque attività , anche quella musicale, non medici a cui rivolgersi quando oramai la malattia e’ patologica. Le competenze che essi offrono devono fare parte dello staff operativo di ogni musicista professionista: l’eventuale assenza di queste figure, cosa abbastanza comune nel nostro paese sia per una particolare sensibilità culturale che per una scarsa specializzazione in tali materie, va a discapito dei musicisti stessi.

L’ATTIVITA’ DI NOTE LEGALI

Perché iscriversi a Note Legali?

Ecco 11 buoni motivi per iscriversi a Note Legali:

  1. avrai la possibilità di accedere al Servizio Trascrizioni di Opere Musicali Online e Depositi SIAEil primo ed unico in Italia in forma elettronica!
  2. potrai usufruire del Servizio gestione e recupero compensi IMAIEil primo servizio centralizzato lanciato in Italia finalizzato ad aiutarti a incassare i tuoi proventi per le utilizzazioni delle registrazioni fonografiche contenenti le tue esecuzioni, che è interamentegratuito!
  3. ti assicuri la possibilità di ricevere la nostra consulenza legale e contrattuale gratuita di primo sportello per un anno effettivo dalla tua iscrizione;
  4. hai l’opportunità di frequentare i nostri corsi e i nostri seminari e gli altri eventi formativi proposti dall’associazione sul diritto della musica e sugli aspetti legali relativi all’attiità musicale;
  5. sostieni la formazione giuridica dei musicisti e dei loro diritti e ci dai la possibilità di realizzare corsi e iniziative per i musicisti e a tutela dei musicisti, oltre che di promuovere la nostra attività sociale;
  6. sostieni lo studio e l’approfondimento del diritto della musica, che ha come frutti la pubblicazione delle nostre guide divulgative gratuite, per spiegare ai musicisti i loro diritti, e le nostre campagne a tutela dei diritti dei musicisti;
  7. grazie al nostro bollettino sociale “Sonori Diritti” e alla newsletter “Carta Canta!“hai l’opportunità di rimanere aggiornato su tutte le novità promosse da Note Legali e sulle novità del mondo della musica relative alla tua attività;
  8. puoi accedere a una fonte completa, aggiornata, inesauribile di articoli di approfondimento sul diritto della musica scritti da giuristi specializzati e di informazioni relative al music business, grazie ai vasti database messi a disposizione degli associati e a tutte le raccolte del Centro Italiano Studi Musica & Diritto;
  9. puoi usufruire delle Convenzioni riservate agli associati di Note Legali!!! Il risparmio che ottieni con le nostre Convenzioni è di gran lunga superiore al valore della quota sociale!!!
  10. sostieni l’attività istituzionale di Note Legali, nell’organizzazione di eventi e conferenze stampa, e nell’attività di redazione di proposte di legge per la musica, in cui Note Legali è coinvolta come parte attiva;
  11. puoi segnalare irregolarità nella gestione di eventi live(SIAE, ENPALS, fiscali) e trovare un censimento dei locali dal vivo, cercare/trovare strumenti musicali e nuovi contatti/collaborazioni di lavoro con addetti ai lavori tra gli associati grazie al nostro Forum, disponibile nella parte riservata solo per i soci.

COSA ASPETTI?

Sono obbligato ad iscrivere la mia opera in un registro o a depositarla presso qualcuno?

Il vantaggio della registrazione sta nella semplicità di provare l’esistenza di quell’opera, in un dato tempo, nel corso di un eventuale processo.
Se non sei associato alla SIAE non sei obbligato, ma te lo consigliamo!
Se sei un autore o un compositore di opere musicali associato alla SIAE, invece, sei tenuto a depositare tutte le tue opere “destinate alla pubblicazione” presso la Sezione cui sei iscritto.
In tal modo la SIAE provvede alla negoziazione, alla raccolta ed alla ripartizione dei compensi relativi a tutte le tue opere.

Note Legali è un sindacato?

No, Note Legali e’ un’associazione senza scopo di lucro, apolitica, non schierata, neutra, il cui compito e’ fare corretta informazione in tema di diritti d’autore e sulle problematiche relative al mondo della musica e difendere i diritti dei soggetti in esso coinvolti, non attraverso un’azione sindacale, ma attraverso lo studio e l’approfondimento giuridico del “diritto della musica” e ad una forte attività divulgativa. Crediamo infatti che una corretta formazione di base sulle tematiche relative al diritto d’autore ed al music business, rivolta ai musicisti, sia il modo migliore per formare i professionisti di domani e fare in modo che essi provvedano a conoscere e, di conseguenza fare tutelare, anche attraverso le associazioni sindacali, i propri interessi. Elevare il livello di conoscenza di queste tematiche e di consapevolezza da parte dei musicisti sui meccanismi di funzionamento del music business, ci sembra altresi’ un modo, in prospettiva, per allontanare quei sinistri individui che, facendo leva sull’ignoranza del prossimo, speculano sulla creatività altrui e frustrano il settore musicale con la loro scarsa professionalità , limitandone di fatto lo sviluppo. Laddove c’e’ ignoranza, non ci puo’ essere infatti tutela dei diritti. In tal senso l’attività di divulgazione dovrebbe anche favorire il diffondersi di una maggiore sensibilità e attenzione verso le problematiche giuridiche relative al settore musicale, avvicinare i musicisti agli organismi di rappresentanza, lasciandoli liberi di scegliere consapevolmente a chi delegare la tutela dei propri diritti, e incoraggiare una maggiore partecipazione personale alla vita del settore.

SERVIZIO TRASCRIZIONI OPERE MUSICALI ONLINE E DEPOSITI SIAE

Per accedere al Servizio Trascrizioni Opere Musicali Online è necessario essere iscritti a Note Legali?

Note Legali può offrire i propri servizi solamente agli associati. Per cui per usufruire del servizio trascrizioni bisogna essere iscritti all’associazione.

E' sufficiente che sia iscritto a Note Legali uno solo degli autori/compositori del brano che voglio far trascrivere?

Se si vuol chiedere la trascrizione di un brano alla cui realizzazione hanno contribuito diversi autori/compositori, questi devono essere tutti iscritti a Note Legali.

Il prezzo del Servizio Depositi Opere Musicali in SIAE si intende riferito ad un singolo ordine? C'è un limite massimo di brani per ordine?

Il prezzo del Servizio Depositi Opere Musicali in SIAE è riferito ad un singolo ordine; questo significa che il prezzo non varia a seconda di quanti brani devono essere depositati. Inoltre, in relazione a tale servizio, non esiste un limite massimo di brani per ordine.