FIMI su pirateria e contraffazione: Governo e maggioranza confusi mettono a rischio tutela dei diritti

Mercoledi’ 7 giugno scorso, durante l’incontro presso il Ministero delle Attività  Produttive con l’Alto commissario per la lotta alla contraffazione, la federazione dell’industria musicale ha pesantemente stigmatizzato il comportamento schizzofrenico della maggioranza di Governo in merito alla lotta contro la pirateria.
Il presidente di FIMI, Enzo Mazza ha dichiarato: “mentre da un lato il Presidente del Consiglio, Prodi e vari ministri assicurano impegno nella lotta alla pirateria, alla Camera ieri, il Presidente della Commissione Cultura Folena, ha appoggiato emendamenti per far saltare la tutela penale dei diritti d’autore sul software, sulla musica e sull’editoria. Siamo di fronte ad una situazione assurda – continua Mazza – che metterà  l’Italia in gravi difficoltà  in sede di trattati internazionali quali WIPO e WTO. Il Governo deve dirci se sta con i pirati o contro: questo e’ quello che vogliono sapere le imprese che investono in creatività  nel nostro Paese”.

Condividi

Autore