IMAIE: dopo l’estinzione prosegue l’erogazione dei proventi agli aventi diritto.

Come già segnalato sul nostro sito la scorsa settimana, il 14 luglio è stata confermata l’estinzione dell’IMAIE, ente che tutela l’attività degli artisti interpreti ed esecutori. A seguito di questa notizia, numerose sono state le preoccupazioni esternate dagli artisti riguardo alla liquidazione del patrimonio dell’ente e alla conseguente possibilità da parte degli aventi diritto di incassare quanto dovuto per le loro prestazioni discografiche. Una recente comunicazione da parte dei Commissari Liquidatori, pubblicata sul sito di IMAIE lo scorso 21 luglio, ricorda che la loro funzione, in qualità di pubblici ufficiali, è sotto la sorveglianza del Tribunale di Roma, e precisa che è auspicabile avviare in tempi rapidi le procedure tese a soddisfare i diritti acquisiti.

Il lavoro degli uffici di IMAIE, e in particolare la ripartizione e liquidazione dei compensi degli artisti interpreti ed esecutori, prosegue regolarmente quindi. Anzi, con maggiore impegno, vista l’urgenza di liquidare a più artisti possibili quanto loro dovuto.

Note Legali si sta impegnando affinché i soci che hanno già conferito delega all’Associazione incassino i propri compensi prima della chiusura dell’ente. Da questo punto di vista gli uffici di IMAIE offrono la massima collaborazione, e ci aspettiamo una ripartizione entro la fine dell’anno.

Ad oggi Note Legali ha elaborato oltre 15.000 brani per oltre 100 soci e ha già recuperato i compensi di alcuni grandi nomi della nostra musica: Massimo Varini, Federico Poggipollini, Saverio Lanza, Barbara Cola, Cristina Donà, e altri, per un ammontare complessivo di oltre 11.000 euro.

Invitiamo pertanto tutti coloro che abbiano suonato in dischi pubblicati a usufruire quanto prima del Servizio Gestione e Recupero Compensi IMAIE, segnalando a tutti i musicisti conoscenti l’esistenza di tale opportunità. I tempi per recuperare i propri compensi come musicista dovrebbero essere abbastanza brevi: meglio comunque muoversi per incassare subito quanto c’è, che aspettare una possibile chiusura definitiva dell’ente e non avere più garanzie rispetto ai tempi di incasso o, peggio, lasciare gli oltre 100 milioni di euro raccolti a IMAIE (soldi degli artisti!) a un incerto destino.

Il Servizio offerto da Note Legali, ad oggi, è il più veloce a disposizione, perché tutte le pratiche sono svolte in piena conformità con gli standard richiesti dagli uffici IMAIE. Questo lavoro permette una più rapida individuazione degli aventi diritto, del recupero delle somme dovute e dell’incasso.

Per ogni informazione invitiamo a visitare la sezione “Recupero Compensi” del nostro sito.

Condividi

Autore