MEI – Note Legali: presentazione di “Lavorare con la musica”, una ricerca valutativa sull’attività formativa del Centro Musica di Modena

Domenica 30 novembre, al MEI di Faenza, ore 10,00 in Sala Stampa.

Lavorare con la musica: un’impresa possibile? Quesito di non facile soluzione a cui si ispira il progetto di ricerca, realizzato nel 2007, condotto dal Dipartimento di Linguaggio e della Cultura dell’Università di Modena e Reggio Emilia, rivolto alla valutazione dei corsi di formazione professionale, susseguitisi negli anni, proposti e realizzati dal Centro Musica del Comune di Modena.
La ricerca, con la pubblicazione del volume “LAVORARE CON LA MUSICA. Una ricerca valutativa sull’attività formativa del Centro Musica di Modena.”, intende presentare gli esiti di questo lungo lavoro al fine di renderlo strumento critico di valutazione del passato e progettazione per il futuro.
Procedendo attraverso la somministrazione di questionari in forma diretta o via e-mail, di interviste di gruppo “faccia a faccia” o telefoniche individuali a seconda dei casi, si è cercato di indagare come e se i bisogni e le aspettative degli utenti dei corsi Live Sound Education, Rock Impresa, Booster e Live&Sound, fossero stati soddisfatti. Il numero dei questionari ritornati è stato 64 sulla base di un campione di 82, con una percentuale pari al 78%. Una percentuale elevata che rappresenta un dato di ricerca in sé suggerendo come la partecipazione dei corsi curati dal Centro Musica, attraverso i finanziamenti del Fondo Sociale Europeo, a volte risalente a dieci anni prima, rappresenti ancora un’esperienza su cui si ritiene valga la pena riflettere, e condividere le proprie riflessioni con altri.
Gli esiti della ricerca complessivamente promuovono l’intera offerta formativa, in particolare, l’impatto dei corsi sulla carriera dei partecipanti appare quanto mai rilevante.
Nello specifico oltre il 90% dei partecipanti a Rock Impresa, che hanno risposto al questionario, svolge, al momento del rilevamento, attività lavorative nel settore musicale, un terzo dei quali come attività lavorativa principale. La aree di attività appaiono coerenti con il piano formativo del corso: il 30% lavora primariamente nell’organizzazione di eventi, il 18% nel management degli artisti, il 17% nella comunicazione, il 15% nella vendita di spettacoli e il 14% nella produzione di artisti. Per quanto riguarda Booster Imprese per la musica, la percentuale di occupati nel settore musicale è del 75% e per quanto riguarda Live&Sound è del 66%, rispetto a coloro che hanno risposto al questionario.
Per tutti gli allievi che hanno partecipato alla ricerca, inoltre, l’impegno profuso dal Centro Musica nel soddisfarne le esigenze ha fatto si che si instaurassero le basi per relazioni interpersonali positive, durature nel tempo, ed è proprio il rapporto instauratosi tra corsisti, fra di loro e con operatori e docenti del Centro Musica e del mercato musicale, a segnare la differenza e il salto di qualità per cui quest’offerta riesce a spiccare rispetto ad analoghe iniziative commerciali e ad elevare, in modo generalizzato, il grado di soddisfazione personale a prescindere dalla successiva evoluzione delle carriere professionali intraprese dai corsisti.

Ne parleranno:
Milena Valentini – Centro Musica di Modena, Federico Farini – Università di Modena e Reggio Emilia, Andrea Marco Ricci – Note legali, Mario De Luigi – Musica & Dischi, Massimo Fregnani – Zard Group.

Per informazioni: Centro Musica – via Due Canali Sud, 3 – 41100 Modena – tel.059/2034810 www.musicplus.it.

Condividi

Autore