Note Legali apre alla musica classica: al via l’unione con Classica Futura

Questo lungo periodo di pandemia e di crisi del settore musicale ha messo in luce, ora più che mai, l’impellente esigenza di unificare la categoria e di dare una voce quanto più univoca possibile ai musicisti. Forti di questo ideale siamo felici di annunciare l’unione tra Note Legali, l’associazione di promozione sociale per la tutela del musicista, e Classica Futura, giovane realtà di rappresentanza formatasi nei duri mesi del lockdown e già diventata punto di riferimento per i lavoratori della musica classica in Italia.

La rappresentanza associativa di Note Legali, da oltre 15 anni rivolta principalmente al mondo della musica leggera, si apre così alla classica, unendo le forze e le competenze dello staff di Classica Futura e ampliando le attività proposte.

Grazie a Classica Futura, si renderanno attive già in questa prima fase tre nuove proposte per i soci di Note Legali:

1. Consulenza gratuita sulle graduatorie attraverso la referente di Classica Futura Silvia Concas, esperta conoscitrice dei meccanismi e delle insidie delle graduatorie GPS

2. Consulenza contrattuale informativa allargata al settore classico

3. Webinar, incontri e dirette focalizzati sulla realizzazione di concerti/progetti/attività concertistica varia

A partire dal 7 luglio queste opportunità saranno disponibili per chi è già socio di Note Legali, mentre i musicisti della classica potranno iscriversi su https://club.notelegali.it/signup per poter usufruire di tutte le attività associative da sempre proposte.

Per raccontare tutte le novità legate a questa unione ci sarà una diretta sulla nostra Pagina Facebook e sul nostro Canale YouTube lunedì 5 luglio alle ore 14.30. Parteciperanno il nostro presidente Andrea Marco Ricci, il direttivo di Classica Futura rappresentato da Giulia PanchieriLaura Trainini e Silvia Concas, e il Maestro Danilo Rossi, Prima Viola Solista del Teatro alla Scala di Milano.

Condividi

Autore

NoteLegali

Note Legali, Associazione italiana per lo studio e l'insegnamento del diritto della musica, è una associazione senza scopo di lucro nata con lo scopo principale di insegnare a musicisti, operatori del settore e appassionati, i diritti di chi fa musica. Fondata a Bologna nel 2006, è la più importante struttura no profit italiana di formazione e consulenza legale in ambito musicale, con associati di ogni regione e di ogni livello professionale.