Riunione sulla riforma europea del Copyright

Mary Honeyball, membro del Parlamento Europeo, ha organizzato un meeting dedicato alla riforma europea del diritto d’autore,  assieme alla coalizione “Fair Internet”, il gruppo formato da AEPO-ARTIS, EuroFIA, FIM e IAO che ha lanciato la “Campagna per l’equo trattamento dei diritti digitali degli artisti”.

 “La proposta della Commissione Europea sulla riforma del copyright dovrebbe includere la garanzia di un’equa remunerazione per autori ed esecutori”, ha dichiarato la Honeyball.

Durante il briefing la coalizione “Fair Internet” ha rinnovato l’appello alla Commissione Europea e ai membri del Parlamento Europeo affinché l’iniquo trattamento economico degli artisti in ambito digitale sia affrontato come aspetto principale in questo processo di riforma.

La riunione è stata sostenuta da diversi gruppi politici del Parlamento Europeo che presto lavoreranno sulla proposta di riforma della legislazione europea sul diritto d’autore.

La coalizione ha sottolineato inoltre la necessità di creare un settore creativo sostenibile,  che assicuri un’equa ripartizione dei ricavi online e dunque un’equa remunerazione per gli artisti derivante dallo sfruttamento digitale delle loro opere.

Fino ad ora tutti i diritti esclusivi concessi agli artisti ai sensi dell’attuale legislazione UE erano generalmente riservati ai produttori in virtù di accordi contrattuali. La maggioranza degli esecutori non riceveva alcuna remunerazione, o, nella migliore delle ipotesi, otteneva un unico canone irrisorio.

Remunerazioni eque non possono essere organizzate attraverso contratti tra artisti e produttori. Abbiamo dunque urgentemente bisogno di una legislazione che introduca una garanzia di un’equa remunerazione” ha affermato Xavier Blanc, Segretario Generale dell’Associazione dei musicisti, (AEPO-ARTIS).

 Fonte: http://www.fair-internet.eu

 

 

 

Condividi

Autore

NoteLegali

Note Legali, Associazione italiana per lo studio e l'insegnamento del diritto della musica, è una associazione senza scopo di lucro nata con lo scopo principale di insegnare a musicisti, operatori del settore e appassionati, i diritti di chi fa musica. Fondata a Bologna nel 2006, è la più importante struttura no profit italiana di formazione e consulenza legale in ambito musicale, con associati di ogni regione e di ogni livello professionale.