Cos’è Note Legali

Note Legali è un’Associazione di Promozione Sociale fondata a Bologna nel 2006 per tutelare e migliorare la professione del musicista. Con oltre 1.000 associati è oggi la più importante “union” italiana di musicisti e la più prolifica struttura di formazione e consulenza legale in ambito musicale.

Note Legali può contare tra i propri associati (lavoratori autonomi) i più importanti musicisti della musica leggera italiana e può inoltre vantare la maggiore rappresentanza di soci in seno al NUOVOIMAIE.

Note Legali è innanzitutto una associazione.

La creazione di Note Legali come associazione è stata per i fondatori ed è ancora oggi una scelta consapevole e precisa.

Non è una forma di “incubatore di impresa”, come avviene per tante realtà.

L’associazione è stata fondata per la ferma volontà di riunire la categoria attorno a un centro, offrendo ai propri soci servizi utili nel quotidiano, colmando le lacune dei sindacati dell’epoca, incapaci di servizi specifici e quindi di fungere da aggregatori.

L’attività di formazione e divulgazione è lo scopo principale di Note Legali: che si occupa attivamente di studiare il diritto della musica, semplificarlo e renderlo fruibile ai musicisti, affinché con un idoneo percorso di formazione professionale e di aggiornamento possano avere quelle nozioni necessarie a comprendere il mercato nel quale ambiscono a lavorare e operare con professionalità. Solo con la conoscenza delle regole può esserci vero professionismo. Tale attività formativa concretizza una forma di tutela “preventiva e indiretta” della categoria. L’associazione culturale è la forma giuridica privilegiata per questo tipo di attività.

Con la sua attività formativa e informativa, nella quale non vi sono esperienze paragonabili in Italia, Note Legali va a colmare una grave lacuna nel nostro Paese. Chiunque abbracci uno strumento dovrebbe essere formato oltre che all’apprendimento dello stesso e della teoria e tecnica musicale anche a conoscerne gli aspetti legali e il music business. Con l’espandersi della didattica musicale (vi sono oltre 1.000 scuole di musica oggi in Italia) è incrementato esponenzialmente il numero di musicisti, ma nessuna scuola svolge una formazione professionale su tali tematiche e i conservatori sono ancora relegati ad uno studio molto giuridico e teorico della legislazione dello spettacolo che non prepara i musicisti a comprendere i meccanismi del settore e a inserirvisi da protagonisti.

La comunità di musicisti consapevoli e formati, che accoglie anche i nuovi professionisti della musica, unita allo studio delle problematiche legali del settore, porta poi l’associazione a perseguire due ulteriori scopi importantissimi:

1) Offrire attività di supporto utili nel quotidiano ai propri associati, quali: consulenza legale e contrattuale gratuita, trascrizioni di opere musicali e depositi in SIAE, marcatura temporale in collaborazione con Proofy, recupero compensi per artisti interpreti esecutori e per produttori fonografici, sconti e convenzioni).

2) Promuovere campagne e iniziative politiche o tecniche volte a promuovere la qualificazione, il miglioramento professionale, la tutela e lo sviluppo di nuove opportunità per i suoi associati nel campo della musica e dello spettacolo, come la partecipazione a diversi tavoli politici e tecnici quale riferimento di competenze (Forum dello Spettacolo, Federazione dei musicisti), o la promozione del Codice Deontologico del Musicista Professionista.

Lo spirito che avvolge l’attività dell’associazione è quello della promozione di una cultura della legalità nel settore musicale (da qui il nome dell’associazione). In un settore, quello dello spettacolo in generale, dove le regole sono poco conosciute, le tutele scarse e la cultura della legalità bassissima (..è la vita “rock”…), riaffermare una cultura della legalità come forma di tutela di se stessi e del proprio lavoro è una sfida attuale e affascinante, soprattutto in un Paese con un così alto tasso di evasione fiscale e con una calante cultura civica. Note Legali vive questa missione sia nei confronti dei musicisti (con oltre 500 incontri organizzati in tutta Italia, presso scuole di musica, fiere, concorsi, rassegne) che nei confronti degli utilizzatori di musica (nelle scuole superiori coi progetti Play Music).

L’ambizione dell’associazione è continuare ad aiutare i musicisti di oggi e di domani e, sulla base della loro indispensabile partecipazione, costruire per la categoria un futuro più dignitoso.