FIMI commenta l’operazione della GDF di Bergamo contro il File Sharing Illegale

La federazione dell’industria musicale italiana, FIMI, ha accolto con un plauso alle forze dell’ordine e alla magistratura di Bergamo, la notizia della chiusura del sito che favoriva lo scambio di materiale illegale, Colombo bt.
“In poche settimane, un altro fondamentale snodo per la distribuzione di contenuti illeciti, non solo in Italia, è stato fermato, segno che le forze dell’ordine e la magistratura hanno dato il via ad un significativo giro di vite contro il p2p illecito” ha commentato Enzo Mazza, presidente di FIMI. “La complessità e l’organizzazione del sito hanno confermato il salto di qualità delle attività illegali dietro il p2p, sempre più simili a ramificate organizzazioni criminali che ad un passatempo di qualche ragazzino, con la necessità di un contrasto più incisivo e sanzioni più efficaci”.

In Italia intanto continua la crescita del mercato della musica digitale legale: nel primo semestre 2008 il mercato ha raggiunto il 10% con un notevole incremento della musica scaricata da Internet ( +30%) permettendo così per la prima volta di superare il download da cellulare, in netta flessione. In crescita del 33% il fatturato derivante dallo streaming video.

Fonte: FIMI.

Condividi

Autore