Pirateria: sentenza del Tribunale di Bologna

Lo scorso febbraio il Tribunale di Bologna, accogliendo le richieste formulate dalla Divisione Legale della Direzione Generale della Siae, ha condannato la signora C.G. ad una pena di 8 mesi di reclusione e 2.000 euro di multa a causa di un’ingente quantità di supporti illegali, contenenti musica e film, prodotta presso lo stabilimento Digital Press di Calderara del Reno.

L’operazione è stata effettuata nel 2009 dalla Guardia di Finanza di Venezia, insieme all’Ufficio Antipirateria della Siae, la Federazione contro la Pirateria Musicale (FPM) e la Federazione internazionale dell’Industria Fonografica (IFPI). I supporti sequestrati sono stati più di 80.000 oltre a tre linee di produzione presenti nella fabbrica.

Le matrici provenivano dagli Stati Uniti ed erano duplicate nello stabilimento bolognese.
I supporti illeciti venivano poi inviati in Olanda in mezzo a scarti di produzione e smerciati in territorio olandese e tedesco confezionati in cofanetti e venduti al prezzo di 80 euro.

L’imputata è stata anche condannata al risarcimento dei danni nei confronti di Siae ed è stata concessa una provvisionale immediatamente esecutiva per l’importo di 50.000 euro.

Fonte: Siae

Condividi

Autore

NoteLegali

Note Legali, Associazione italiana per lo studio e l'insegnamento del diritto della musica, è una associazione senza scopo di lucro nata con lo scopo principale di insegnare a musicisti, operatori del settore e appassionati, i diritti di chi fa musica. Fondata a Bologna nel 2006, è la più importante struttura no profit italiana di formazione e consulenza legale in ambito musicale, con associati di ogni regione e di ogni livello professionale.