Nasce il movimento Slow Music, anche il presidente di Note Legali tra i fondatori

Verrà presentato giovedì 22 febbraio a Milano, nell’Aula De Donato del Politecnico, il Movimento Culturale Slow Music, ideato da Claudio Trotta e fondato insieme ad altri professionisti del settore, tra i quali Carlo Feltrinelli, Franco Mussida, Paolo Dal Bon e il nostro presidente Andrea Marco Ricci.

Come evidenziato nel Manifesto, uno degli atti costitutivi del Movimento, Slow Music è un progetto culturale che propone la filosofia del giusto e dell’etico, attraverso programmi di educazione e formazione legati alla musica, al fare musica, alla gestione di progetti ed eventi del mondo musicale che condividano un giusto rapporto coi consumatori.

Slow Music si propone come strumento d’aiuto e supporto del mercato musicale e come punto di riferimento per gli utenti degli spettacoli e dei prodotti musicali; favorisce un progetto di educazione legato alla cultura musicale e al giusto per armonizzare le esigenze degli operatori musicali, dei fruitori e degli spazi; il progetto è volto anche a sostenere le situazioni di disagio sociale; promuove iniziative di sensibilizzazione su questi argomenti in collaborazione con altre organizzazioni cha abbiano la stessa propensione e gli stessi valori, anche in settori d’attività diversi.  

Slow Music sostiene il pieno rispetto delle identità culturali territoriali e punta a valorizzare le culture musicali locali a fronte della crescente omologazione imposta dalle logiche di mercato. Il progetto prende spunto e ispirazione da Slow Food e dai suoi principi, per l’ideazione e la creazione di eventi che possano trasmettere questa filosofia. È proprio dallo sviluppo e dalla diffusione di ciò che è giusto ed etico che può iniziare il progresso vero, attraverso lo scambio transnazionale di conoscenze, esperienze e progetti.

La genesi di Slow Music risale al Convegno “La Negazione del Secondary Ticketing” tenutosi al Teatro Franco Parenti di Milano il 26 gennaio 2017. Nello speech conclusivo Claudio Trotta aveva auspicato un futuro all’insegna della bellezza e dell’armonia, in grado di restituire all’intera filiera dello spettacolo dal vivo una dimensione etica, economica e qualitativa, e non solo finanziaria e quantitativa; da qui la necessità di una Rivoluzione chiamata “Slow Music”.

Slow Music associa chi promuove una diversa qualità della vita nel rispetto dei ritmi naturali, del lavoro delle persone e degli artisti, del piacere e della tutela dei consumatori.

Hanno aderito e contribuito a Slow Music in qualità di soci fondatori:

ALBERTO PUGNETTI – Produttore Musicale – Fondatore di Radio Francigena

ANDREA MARCO RICCI – Fondatore di Note Legali

CARLO FELTRINELLI – Presidente del Gruppo Feltrinelli

CLAUDIO TROTTA – Fondatore e Titolare di Barley Arts

CORRADO GAMBI – Regista, attore, Direttore artistico teatrale

FRANCO MUSSIDA – Musicista e Fondatore di CPM

FURIO ZUCCO – Medico, esperto in organizzazione di servizi di emergenza/urgenza in occasione di maxi eventi

GIACOMO COLETTI – Consulente Europrogettista

IVANO AMATI – Tour manager

LUCA VARANI – New Media Specialist, giornalista radio/tv

MASSIMO POGGINI – Giornalista e scrittore

PAOLO DAL BON – Presidente Fondazione Gaber

STEFANO BONAGURA – Giornalista, autore radio/tv, produttore esecutivo Musicultura

STEFANO ROSA – Avvocato esperto del settore, Redattore degli atti costitutivi di Slow Music, musicista appassionato di musica

STEFANO SENARDI – Discografico e consulente musicale

Organo di grande rilievo all’interno di Slow Music è il Comitato Etico, presieduto da Luigi Pagano, una delle figure più carismatiche e stimate dell’Amministrazione Penitenziaria della Giustizia, attualmente coordinatore del sistema carcerario lombardo. Tra i componenti hanno aderito Carlo Petrini, Fondatore e Presidente di Slow Food, il professor Stefano Mancuso, scienziato di prestigio mondiale attualmente Direttore del Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (LINV), la dottoressa Cristina Perilli, Psicoterapeuta Sistemica ed esperta di dipendenze.

Durante la presentazione di Slow Music i relatori tratteranno prioritariamente i seguenti temi:

  • Lo stato dell’arte della filiera della Musica (Cosa accade nel mondo della Musica);
  • La deriva speculativa che ha colpito tutto il settore (Le criticità e le prospettive del mercato della musica);
  • Slow Music come soluzione (La presentazione della Filosofia, delle ragioni e di alcune progettualità).

Per sviluppare gli obiettivi che si è posta, Slow Music ha necessità di coinvolgere un numero sempre maggiore di persone interessate e motivate. Per questo il Movimento è aperto a:

  • Soci Sostenitori pubblici e privati
  • Soci Ordinari con una quota di euro 20
  • Soci Giovani fino ai 21 anni, con una quota di euro 10
  • Soci Junior (under 13 anni), con una quota di euro 10

Nei prossimi mesi saranno definite e comunicate le modalità di partecipazione, i benefici e le convenzioni a favore delle diverse categorie di Soci, ivi compresa la definizione delle partnership per i soci sostenitori.

Per partecipare alla presentazione è prevista la registrazione obbligatoria, gratuita e fino ad esaurimento posti, alla mail info@slowmusic-net.eu.

L’iniziativa ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Milano.

Per info: www.slowmusic-net.eu –  https://www.facebook.com/pg/weareslowmusic.

Condividi

Autore

NoteLegali

Note Legali, Associazione italiana per lo studio e l'insegnamento del diritto della musica, è una associazione senza scopo di lucro nata con lo scopo principale di insegnare a musicisti, operatori del settore e appassionati, i diritti di chi fa musica. Fondata a Bologna nel 2006, è la più importante struttura no profit italiana di formazione e consulenza legale in ambito musicale, con associati di ogni regione e di ogni livello professionale.