DJ condannato per utilizzo in discoteca di CD masterizzati

Un DJ italiano e’ stato riconosciuto colpevole di violazione della legge sul diritto d’autore per aver utilizzato CD masterizzati durante una serata in un locale di Udine.
La notizia e’ stata pubblicata dal Messaggero di Udine nei giorni scorsi, ed e’ ripostata la pena alla quale e’ stato condannato il DJ: 1.800,00 euro di multa e quattro mesi di reclusione, che non verrà  scontata dal giovane per l’applicazione delle attenuanti e dell’indulto.
Tre anni fa il DJ e’ stato sorpreso a utilizzare CD privi di contrassegno S.I.A.E. dalla Guardia di Finanza, che ha provveduto al loro sequestro.

Condividi

Autore