La musica e i suoi interpreti: quale tutela nell’era di internet? A Bologna un corso per giuristi

Non solo la grande musica nel prestigioso Conservatorio G.B. Martini di Bologna, ma anche i diritti di chi la musica la interpreta: l’11 e 12 aprile in Sala Bossi si terrà infatti un corso gratuito rivolto a giuristi e dedicato ai diritti degli interpreti in campo musicale. L’evento, organizzato dalla Fondazione Forense Bolognese in collaborazione con il Conservatorio e l’Università di Bologna e con il CESPIA ETS di Roma, offre un programma ricco di interventi dei più quotati esperti in materia sul territorio nazionale.

Ad aprire la prima giornata, giovedì 11 aprile alle 15.00, il nostro Presidente Andrea Marco Ricci terrà una relazione dal titolo “La gestione collettiva dei diritti connessi degli artisti interpreti ed esecutori in campo musicale in Italia“. A seguire, sempre nella giornata di giovedì: l’Avv. Prof. Giorgio Spedicato, Docente di Diritto della proprietà intellettuale all’Università di Bologna con una relazione dal titolo “L’evoluzione della disciplina della responsabilità del provider: dalla direttiva 2000/31 alla proposta di direttiva sul diritto  d’autore nel mercato unico digitale“; l’Avv. Elena Rossi con “L’improvvisazione nel jazz, la musica aleatoria, gli arrangiamenti: quale tutela quando l’interprete diventa autore?“; il Prof. Fabrizio Festa, compositore, con “I campionamenti: nuovi profili d’autore“. A fine giornata spazio all’interpretazione vera e propria, con un’esibizione dal vivo a cura del Corso di Musica Applicata del Conservatorio di Bologna (Prof. Aurelio Zarrelli), con musiche di Prince, Led Zeppelin, Beatles.

Per il programma completo del giorno successivo è possibile visitare il sito della Fondazione Forense Bolognese, utile anche per iscriversi.

Appuntamento giovedì 11 aprile alle 15.00 al Conservatorio di Bologna, Sala Bossi, Piazza Rossini 2.

Condividi

Autore

NoteLegali

Note Legali, Associazione italiana per lo studio e l'insegnamento del diritto della musica, è una associazione senza scopo di lucro nata con lo scopo principale di insegnare a musicisti, operatori del settore e appassionati, i diritti di chi fa musica. Fondata a Bologna nel 2006, è la più importante struttura no profit italiana di formazione e consulenza legale in ambito musicale, con associati di ogni regione e di ogni livello professionale.