MusicaQuiz ad Aversa: con SIAE e AFI per imparare il valore della creatività

Domani – venerdì 4 giugno – oltre 100 giovani dell’Istituto Comprensivo ad indirizzo musicale “Domenico Cimarosa IV Circolo” di Aversa parteciperanno al MusicaQuiz, gioco sul valore della musica e sui diritti dei suoi protagonisti, realizzato nell’ambito della campagna educativa “Rispettiamo la Creatività” che SIAE – Società Italiana Autori ed Editori – e AFI – Associazione dei Fonografici Italiani stanno promuovendo in Italia con il Patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione.

?L’iniziativa rappresenta l’evento conclusivo delle attività della campagna “Rispettiamo la Creatività”, che SIAE e AFI stanno promuovendo nelle scuole secondarie di primo grado italiane. Il MusicaQuiz offre infatti ai giovani l’opportunità di partecipare ad un gioco in cui si affrontano, con un linguaggio semplice e divertente, tutti gli aspetti legati al mondo della musica. Dall’origine e dal significato dei diritti di proprietà intellettuale al ruolo della SIAE; dall’importanza della musica nella nostra vita e società ai diritti di artisti e produttori, l’iniziativa fornisce una panoramica sul mondo della creatività trattando la pirateria non dal punto di vista degli aspetti repressivi previsti dalla legge ma puntando l’attenzione dei giovani sulle sue conseguenze culturali, economiche e sociali.

?Il MusicaQuiz di Aversa, condotto da Isabella Longo, responsabile della campagna “Rispettiamo la Creatività”, sarà aperto da un’esibizione musicale di un gruppo di studenti della Cimarosa e dal saluto di benvenuto della preside, Cecilia Amodio, e dell’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Aversa, Gianpaolo Dello Vicario, che ha patrocinato l’evento. Saranno presenti il dott. Filippo Gasparro, direttore dell’Ufficio Organizzazione Eventi della SIAE, e Franco Bixio di AFI, per approfondire i temi proposti, rispondere alle domande dei giovani e degli insegnanti e per la consegna di premi e gadget.

?Il successo dell’iniziativa, che già ha interessato centinaia di scuole secondarie di primo grado e migliaia di giovani italiani, è dettato dalle sue modalità attuative e dal messaggio che si propone di diffondere. L’obiettivo è, infatti, quello di dare ai giovani elementi conoscitivi utili per poter fare scelte più consapevoli su come utilizzare e consumare legalmente la musica e le opere dell’ingegno e di favorire la crescita di una cultura del rispetto della creatività in tutte le sue forme.

Fonte: SIAE

Condividi

Autore